mercoledì 4 febbraio 2009

Steven Seagal... un uomo pericoloso...

In tutti i suoi spettacolari film il leggendario Maestro di Arti Marziali Steven Seagal ha dimostrato di essere davvero uno con cui non si scherza...Adesso il titolo del suo prossimo progetto in produzione non lascia davvero adito a dubbi...
La trama di "Dangerous Man", questo il nuovo action interpretato dal codino più famoso di Hollywood, ci presenta il granitico Steven Seagal in un ruolo abbastanza diverso da quelli a cui siamo abituati: dopo aver trascorso 15 anni in carcere per un crimine mai commesso, Shane Daniels viene rilasciato dalla Corte dell'Arizona con tanto di scuse ufficiali del Governatore dello Stato per l'errore giudiziario. La malasorte però pare decisa ad accanirsi contro l'uomo che vorrebbe soltanto poter ridare un senso alla sua vita. Poche ore dopo aver riconquistata l'agognata libertà infatti Daniels si trova per puro caso ad essere testimone involontario di un traffico illegale di diamanti finito nel sangue: membri della spietata Mafia Messicana e agenti di Polizia restano a terra, come risultato della carneficina nella vita di Shane Daniels piombano una borsa colma di denaro sporco ed una ragazzina terrorizzata. Per l'ex carcerato non è ancora tempo di godere la meritata pace: di colpo infatti si ritrova costretto a lottare con ogni mezzo per difendere se stesso e la bambina dai mafiosi e dai poliziotti che li braccano sullo sfondo di una città corrotta.
"Dangerous Man", scritto dall'immancabile Joe Halpin e diretto da Keoni Waxman, si presenta come un adrenalinico action thriller carico di sparatorie, inseguimenti ed estremamente realistiche scene di combattimento come nel più puro stile Steven Seagal.
Anche il 2009 sembra presentarsi davvero denso di progetti per il carismatico Maestro di Aikido, Karate Kendo e Tai Chi: da metà marzo arriveranno in vendita i nuovi dvd "Killing Point" dove interpreta un tormentato Detective a caccia di serial killer e l'insolito "Last Night - Morte nella Notte", primo horror della sua carriera che lo vedrà impegnato a combattere a colpi di Katana contro vampiri che hanno invaso il pianeta. Nel frattempo la star ha appena terminato di girare la serie televisiva "Steven Seagal Lawman", che ci mostrerà la sua quotidianità al fianco delle squadre SWAT di New Orleans; l'avvincente "Ruslan", che si dice essere il suo film migliore dopo "Ferite Mortali" ed "Urban Justice", in cui impersona un ex boss della Mafia Russa divenuto affermato scrittore di romanzi gialli che si trova costretto a fare i conti col proprio violento passato quando sua figlia viene aggredita il giorno prima del matrimonio ed infine "The Keeper" in cui interpreta un poliziotto caduto in disgrazia e divenuto guardia del corpo incaricato di liberare una donna rapita. Non pago di tutti questi impegni il mitico Steven Seagal non è venuto meno neppure alla sua attività di musicista blues (per cui ha riscosso ottimi giudizi di critica) che lo porterà a pubblicare a breve il suo terzo cd.
Da suoi fans sfegatati, ad essere sinceri, avremmo gradito molto vederlo anche nel cast del ambizioso action "The Expendables" di Sylvester Stallone che ha voluto accanto a se alcuni dei più grandi divi del action di ieri e di oggi ma pare che tra i due non corra molta simpatia...Mentre nulla di nuovo è dato sapere sul fronte del suo più volte annunciato kolossal su Gengis Khan, noi continuiamo a sperare nella realizzazione di "Under Siege 3", che lui stesso ha dichiarato di voler girare a breve (vedi ns. articoli), e ci frulla in testa un plot, ispirato dalla cronaca, che sarebbe perfetto per la terza avventura di Casey Ryback: non sarebbe forse perfetto vedere il letale cuoco ed ex Navy Seal alle prese con terroristi islamici che attaccano un Grand Hotel internazionale come accaduto a Mumbai in India poco tempo fa ???
Tra le altre idee che stuzzicano poi la fantasia di noi fans per un ritorno in grande stile al cinema di Sensei Seagal ce ne sarebbe una davvero niente male: nel 2010 si realizzerà finalmente il sospirato film "The A-Team" tratto dal celeberrimo telefilm, il cui cast è in via di definizione...ecco come vedreste Steven nei panni del Colonnello John Hannibal Smith che furono di George Peppard ? Continuando con le elucubrazioni per completare il cast si potrebbero mettere nella parte di Sberla, Michael Weatherly (l'agente Tony Di Nozzo di NCIS, pensateci, è perfetto); Ice T ("xXx 2 -The Next Level") nei panni di P.E. Baracus ed infine Jason Statham potrebbe essere un perfetto Murdock il Pazzo...

Articolo di Lucio Piccioli

4 commenti:

Budokan Arezzo ha detto...

ehila', grazie per aver ripreso come sempre ilmio articolo ! non nego mi faccia molto piacere ritrovarli sul l'unico blog italiano dedicato a Sensei ! speriamo, anche se non ne ha certo bisogno, di contribuire a far conoscere sempre piu' tutti i suoi progetti !
Ciao, Lucio

PS - Per chi fosse interessato da ieri e' on line il sito rinnovato della scuola di Karate Budokan Arezzoche dirigo, ancora devo completarlo con le foto che faro' ai miei allievi il mese prossimo in occasione degli esami di cintura, comunque chi volesse visitarlo deve solo cliccare sul link Budokan Arezzo. Ciao a tutti !

Anonimo ha detto...

ciao a tutti ragazzi:a me piace Steven Seagal in un genere di film come '' the patrioit'' e anche secondo una sua intervista di tempo fa diceva cosi' :'' sono stanco di lasciarmi dietro una scia di morti ammazzati,voglio fare un film piu' impegnato e con una storia migliore come questo'' (riferendosi a the patriot),pero' poi non ne ha fatti simili a quello:
a voi era piaciuto quel film ?
come lo mettereste in un'ipotetica classifica?
ciaooooo

budokan arezzo ha detto...

be' ci fu Fire Down Below - Inferno Sepolto sempre su tematiche ecologiste...in generale The Patriot non era male anche se qualche combattimento in piu' non avrebbe guastato...su temi sociali per anni si e' parlato di un film che avrebbe dovuto girare, m poi fu censurat gia'alla prima stesura, relativo all'aids visto come arma battereologica sfuggita al contollo; nel 2000 si parlava di Blood on the Moon riguardo loschi traffici di multinazionai farmaceutiche...anhe qui pero' niente da fare
personalmente mi piacerebbe vederlo in una bella spy story, qualcosa tipo The Foreigner - Lo Straniero ma fatto meglio...ciao

budokan arezzo ha detto...

be' ci fu Fire Down Below - Inferno Sepolto sempre su tematiche ecologiste...in generale The Patriot non era male anche se qualche combattimento in piu' non avrebbe guastato...su temi sociali per anni si e' parlato di un film che avrebbe dovuto girare, m poi fu censurat gia'alla prima stesura, relativo all'aids visto come arma battereologica sfuggita al contollo; nel 2000 si parlava di Blood on the Moon riguardo loschi traffici di multinazionai farmaceutiche...anhe qui pero' niente da fare
personalmente mi piacerebbe vederlo in una bella spy story, qualcosa tipo The Foreigner - Lo Straniero ma fatto meglio...ciao